Fondi Ue Fse+, Zedda “Accelerare i tempi”

2' di lettura 17/01/2022 - CAGLIARI (ITALPRESS) – “Sulla programmazione del Fondo sociale europeo abbiamo un vantaggio competitivo in termini di risorse.

La nostra sfida ora è sulla tempistica, che dev’essere accelerata al massimo, per essere pronti a scrivere progetti e delibere e portare così a casa risultati già da quest’anno. Questo confronto è l’occasione per offrire spunti importanti per attivare, prima e meglio, l’ambizioso programma che abbiamo messo in campo per il settennio 2021-2027”. Lo ha detto l’assessore regionale del Lavoro, Alessandra Zedda, nel corso dell’incontro di partenariato per la preparazione del programma Fse 2021-2027, che si è tenuto nel pomeriggio in videoconferenza.

La dotazione del Fondo Fse+, come è stato illustrato durante l’incontro, è stata incrementata di oltre 138 milioni di euro, passando da 605,168 a 744,018 milioni di euro. Per quanto riguarda la distribuzione delle risorse sono stati aumentati i fondi per l’inclusione sociale (dal 25 al 27%) e per l’occupazione giovanile (dal 13,5 al 16%).

“La maggiore disponibilità, frutto della disponibilità e della collaborazione con l’assessore della Programmazione Giuseppe Fasolino, ha consentito di rafforzare alcune strategie di intervento, tra cui quelle a favore dei giovani”, ha spiegato la vicepresidente della Giunta Solinas. “E’ stato inoltre possibile dare respiro a nuove azioni, non contemplate nella proposta originaria, che rispondono al fabbisogno espresso nell’ambito dei servizi socio-sanitari e all’esigenza di rafforzare il contributo del Fse+ alle strategie territoriali. Infine è importante segnalare che è sempre assicurato un forte sostegno a favore delle donne. La dotazione finanziaria dedicata all’occupazione femminile cresce in valore assoluto di oltre 1,3 milioni di euro, mentre gli interventi con un contributo alla parità di genere del 100% passano da 55 a 61 milioni di euro”.

Dalla notifica formale dell’Accordo di Partenariato, che avverrà a giorni, comincerà a decorrere il termine di 3 mesi per l’invio formale del programma.

“Dobbiamo procedere celermente alle fasi successive – ha ribadito l’assessore Zedda – che porteranno all’approvazione del programma, per poi dare inizio effettivo alla nuova programmazione: le risorse comunitarie ci devono aiutare e noi dobbiamo destinarle in maniera mirata. Ci auguriamo che l’Ue faccia uno slancio in avanti e mantenga il quadro comunitario fisso almeno fino al 31 dicembre del 2022, per consentirci di portare avanti i nostri programmi. A cominciare dall’abbattimento del costo del lavoro, come abbiamo provato a fare con le misure del fondo Resisto, o intervenendo con sovvenzioni dirette per le nuove imprese e per agevolare settori, attività e professioni che si trovano ancora in difficoltà. Chiedo anche il vostro contributo – ha concluso l’assessore Zedda, rivolgendosi a tutte le parti presenti – per trovare insieme strade di semplificazione, accorciando i tempi e abbattendo la burocrazia”.

(ITALPRESS).






Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 18-01-2022 alle 10:34 sul giornale del 19 gennaio 2022 - 103 letture

In questo articolo si parla di attualità, sardegna, italpress

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cFNH





logoEV