Blue economy, Regione approva piano di posizionamento della Sardegna nella pianificazione dello spazio marittimo

2' di lettura 31/03/2021 - L’Assessore Sanna: "Sostenibilità e rispetto degli equilibri ambientali per allinearci con l'Agenda 2030".

La Giunta Regionale approva il documento di posizionamento della Regione Autonoma della Sardegna nell'ambito della Pianificazione dello Spazio Marittimo: il piano, seguendo le direttive europee in materia di Blue Economy e Sustainable Blue Growth, acquisisce valore di atto strategico sul lungo periodo.

Le attività di governance marittima sono state individuate da un tavolo interassessoriale coordinato dall’Assessore degli Enti Locali, Finanze e Urbanistica, Quirico Sanna.

Entro mercoledì 31 marzo, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti dovrà approvare con un decreto i piani di gestione dello spazio marittimo, redatti dal Comitato tecnico, istituito presso lo stesso ministero e composto a sua volta dai rappresentanti delle diverse aree.

“Il documento redatto e condiviso con il Tavolo interassessoriale è il risultato di un grande lavoro comune – spiega l’assessore Sanna– e si inserisce nel quadro della programmazione strategica del Programma Regionale di Sviluppo, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile contenuti nell'Agenda 2030 e nel Documento preliminare della Strategia Regionale di Sviluppo Sostenibile, già approvato dalla Giunta lo scorso dicembre”.

“I piani avranno una durata di dieci anni – prosegue l’assessore – ma questa amministrazione vuole fare in modo che il documento di posizionamento si proietti su un’impostazione strategica di lungo periodo in materia di Blue Economy e Sustainable Blue Growth, mediante l’individuazione di quelle buone pratiche in materia di durabilità, rinnovabilità e riutilizzo delle risorse, per il pieno rispetto degli equilibri ambientali e faunistici specifici del Mar Mediterraneo Occidentale. Ciò ci consentirà fin da subito di raccordare il piano con la Programmazione Unitaria e con la programmazione delle risorse comunitarie, nazionali e regionali dei Fondi SIE 2021-2027, con il Documento di Economia e Finanza e con il Programma regionale di sviluppo”.

“Una volta identificati gli obiettivi strategici – conclude l’esponente della Giunta Solinas – ci occuperemo di individuare le unità di pianificazione all'interno delle acque marine e ad assegnare alle stesse una classificazione collegata agli usi e alle attività economiche e sociali esistenti o a quelli cui l'area appare più idonea. Per questo, per la fase di planning, ci siamo affidati a Sardegna Ricerche”. L’ente regionale ha incaricato il Centro Marino Internazionale - Fondazione IMC Onlus di fornire l’assistenza tecnico scientifica necessaria.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2021 alle 11:49 sul giornale del 01 aprile 2021 - 120 letture

In questo articolo si parla di attualità, sardegna, comunicato stampa, Regione Sardegna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bVlm





logoEV